Il ponte Mirabeau (Guillaume Apollinaire)

Sotto il ponte Mirabeau scorre la Senna
E i nostri amori
Me lo devo ricordare
La gioia veniva sempre dopo il dolore

Venga la notte suoni l'ora
I giorni se ne vanno io rimango

Le mani nelle mani faccia a faccia restiamo
Mentre sotto
Il ponte delle nostre braccia passa
L'onda stanca degli eterni sguardi

Venga la notte suoni l'ora
I giorni se ne vanno io rimango
L'amore se ne va come
L'amore se ne va
Com'è lenta la vita
E come la Speranza è violenta
quest'acqua corrente

Venga la notte suoni l'ora
I giorni se ne vanno io rimango
Passano i giorni e passano le settimane
Né il tempo passato
Né gli amori ritornano
Sotto il ponte Mirabeau scorre la Senna
Venga la notte suoni l'ora
I giorni se ne vanno io rimango
Apollinaire

Il ponte Mirabeau (Guillaume Apollinaire)ultima modifica: 2006-02-23T18:49:59+00:00da leopold_bloom

20 pensieri su “Il ponte Mirabeau (Guillaume Apollinaire)

  1. bellissima poesia che mescola le immagini di una Parigi d’altri tempi, di un amore che va come i giorni che passano lasciando il protagonista a guardare la vita che scivola via, un saluto e buona serata Claudia

  2. Copio e incollo questo messaggio per aiutare un blogger vittima di virgilio che in una notte ha cancellato il suo blog senza spiegazioni.. si tratta di serpico982, ti chiedo di mandare una mail alla redazione, se puoi vieni a leggere sul mio blog o su quello che serpico ha aperto momentaneamente : http://blog.vir gilio.it/blogger s/serpico, Grazie

  3. Credo e anzi ne sono certo ke domani sarà un giorno migliore più di questo ke è trascorso…Ci sarà la stessa attesa ke mi accompagna ogni volta ke ti vedo,mi kiederò di cosa parleremo e di cosa rideremo,se della gente ke conosciamo,di quello ke si scrive nei blog o forse parleremo di nulla.Ormai questo giorno è arrivato alla conclusione,tut to è passato e ritornerà domani come sempre a sorprenderci e a farci kiedere se va bene tutto così…vedremo. Adesso mi ritiro in camera mia,c’è il mondo dei sogni ke mi aspetta.Ke mi aspetta cn le sue grandi braccia dolci e sensuali…kiss à forse mi stai aspettando in un sogno,ti stai kiedendo se arriverò,se ti riconoscerò,ma in qualsiasi posto dello spazio infinito riconoscerò il tuo sguardo…Aspet tami e non andare via mon amour!!!

  4. “Vedi le stelle, amore,
    ancor più chiare nell’acqua e splendenti
    di quelle sopra a noi, e più bianche
    come ninfee!” mi fa paura tutto ciò amore mio, non so come pormi, non so come viverlo adesso, ma certo è che mi fa felice, mi fai felice un sogno insieme forse che sia anche tra un pò…mon amour mil

  5. “Ogni volta che si sdraiava nel letto accanto alla moglie, pensava all’amante che lo stava immagginando nell’atto di sdraiarsi accanto alla moglie. Ogni volta quell’idea lo riempiva di vergogna, e appunto per questo voleva mettere quanto più spazio possibile tra il letto dove dormiva con la moglie e il letto dove faceva l’amore con l’amante” (L’insostenibi le leggerezza dell’essere M. Kundera) un’affettuosa carezza mil

  6. Sai ho molto sonno, ho voglia di dormire anche senza sogni, tanto il libro che devo leggere mi fa venire sonno solo a guardarlo, non devo neanche leggerlo per evitare l’insonnia tanto meglio, non è colpa dei libri forse sento la primavera e così mi piace troppo dormire che romantica dirai? scusa non so che farci; stasera niente frasi dolci non sono in grado di pensare baci baci tanti mil

  7. Questa poesia è un pò triste ma mi fa pensare forse è vero l’acqua scorre, gli amori passano e come l’acqua non ritornano più è troppo vero purtroppo da piangere. Grazie ale del bellissimo commento! non me lo aspettavo proprio, più di così cosa vuoi dire? non è che detto post fosse infantile certo che no! però in genere queste cose sono risapute e quindi per me sono come scoprire l’acqua calda, ma capisco che dirlo o scriverlo non stanchi mai quando una verità è verità. Molti baci amore Mil

  8. Che carino… che sei! hai capito vero a cosa intendo riferirmi, ho letto tutto grazie… pare che quando sono mezza addormentata allora… do il meglio di me parlo dello scrivere delle parole delle verità delle frazi me mi vengono in mente e non so da dove ma a te piacciono molto pare non mi chiedere come vfaccio non l’ho so e forse è per questo che ti piacciono, perchè vengono da una parte di me che conosco poco e che forse è la migliore non chiedermi di più non saprei risponderti. un bacio mon amour. mil

Lascia un Commento