Imperativi del viaggiatore assetato

 

Questo è un ordine del tuo schiavo,mia amata.Di fronte allo specchio,su un letto o su un divano adorno di sete d’India dipinte a mano o di indonesiano batik dagli occhi circolari,ti lascerai cadere sulla schiena,nuda,e i tuoi lunghi capelli neri scioglierai.Solleverai ripiegandola la gamba sinistra fino a formare un angolo.Appoggerai la testa sulla spalla destra,socchiuderai le labbra e,stringendo con la mano destra un’estremità del lenzuolo,chiuderai le palpebre,fingendo di dormire.Fantasticherai che un fiume giallo di ali di farfalle e di stelle in polvere discende su di te dal cielo e ti attraversa.

“I quaderni di don Rigoberto” M.V. Llosa

Imperativi del viaggiatore assetatoultima modifica: 2011-01-17T00:00:00+00:00da leopold_bloom
Reposta per primo quest’articolo

40 pensieri su “Imperativi del viaggiatore assetato

  1. se dovessi scrivere un libro mi ricorderò di non assumenrti per farmi pubblicità

    a me pareva fosse un bel libro e se ne avevi postato un estratto pensavo ti piacesse
    siccome hai buon gusto nella lettura mi incuriosiva il libro ma se dice che non è granchè mi risparmio la spesa
    🙂

  2. Ale io non sono assolutamente brava in inglese, a Londra me la sono cavata, ma da qui a comprendere un musical ce ne passa. Il fatto è che canzoni famosissime come “Memory” (che è la colonna portante di Cats), secondo me, in italiano perdono un po’. Certo in lingua originale si rischia di non capire la storia, ma la musica è bella a prescindere. Ciao!

  3. Guarda, neppure messa alle strette saprei scegliere la migliore. Diciamo che ho messo quel passaggio perché va beh uno lo canticchiavo da tutto il giorno, poi era la parte meno scabrosa di tutta la canzone da pubblicare!! E poi, ognuno dovrebbe farsi un giro nella zona selvaggia, di tanto in tanto. Era un bell’invito.
    Mi piace un sacco, il testo che hai postato quì sopra. E’, tratto da un libro, com’è?
    E…e poi concludo giuro…amo Schiele, hai visto la mostra a MI per caso? Anche se l’uomo della mia vita resterà sempre Dalì!

Lascia un commento