Il Sorriso (W.Blake)

 

C’è un Sorriso d’Amore,
e c’è un Sorriso d’Inganno,
e c’è un Sorriso dei Sorrisi
in cui questi due Sorrisi si incontrano.
E c’è uno Sguardo d’Odio,
e c’è uno Sguardo di Disprezzo,
e c’è uno Sguardo degli Sguardi,
che tentate di scordare invano;
perché si pianta nel profondo del Cuore,
e si pianta nel profondo della Schiena,
e nessun Sorriso che mai fu Sorriso,
ma un solo Sorriso soltanto,
che fra la Culla e la Tomba
si può Sorridere soltanto una volta;
ma, quando è Sorriso una volta,
c’è una fine a tutta l’Angoscia.

Il Sorriso (W.Blake)ultima modifica: 2013-03-23T18:17:18+00:00da leopold_bloom
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Il Sorriso (W.Blake)

  1. Sorriso….sfumatura….luce….spontaneità. Il sorriso come una liberazione o come trattenuta d’una emozione. Sorriso che nasce ed non dovrebbe sparire subito perché, senza volerlo potrebbe perdere la sua nobile intenzione. Sorriso paragonato al amore come dono unico…che impresso positivamente nel mio pensiero con una tua citazione di Norman Mailer, nel “sogno Americano” gli associo come due amici che camminano assieme, Sorriso che a volte sottile come un fantasma dorme al interno di un bravo uomo che viaggiando in un treno…ha il momento non solo di ammirare un panorama ma di riflettere sull’esistenza attraverso le macchioline opache sulla finestra di un treno….per confermare la lotta che se vive al interno di ogni pensiero. Il mio sempre umile saluto sentito.

Lascia un commento