Tu

 

Tu

che prendi i miei pensieri

senza dire una parola

Tu

che vivi ai margini della follia

ma tanto è lo stesso

Tu

che vai via senza dire una parola

alla fine della notte

Tu

 che guardi la vita attraverso un vetro

Tu

che fai scorrere il tempo dalle tue mani

si proprio Tu

che nonostante tutto non cambi mai

 

 

 

Straniero in terra straniera

 

E così me ne andai

lasciando il tempo indietro

e il luogo dove amai

e il suo viso nascosto dietro il vetro

 

Se ti avessi letto nel pensiero

se avessi oltrepassato la barriera

ora spero di farcela davvero

straniero in terra straniera

(“Questa notte mi ha aperto gli occhi” J.Coe)

Osservate le stelle

 

«Osservate più spesso le stelle. Quando avrete un peso sull’animo, guardate le stelle o l’azzurro del cielo. Quando vi sentirete tristi, quando vi offenderanno, quando qualcosa non vi riuscirà, quando la tempesta si scatenerà nel vostro animo, uscite all’aria aperta e intrattenetevi, da soli, col cielo. Allora la vostra anima troverà la quiete»  (Pavel Florenskij)

Dopo il diluvio (A.Rimbaud)

 

Non appena l’idea del Diluvio si fu placata,
   Una lepre si fermò fra i trifogli e le campanule ondeggianti e disse la sua preghiera all’arcobaleno attraverso la tela del ragno.
   Oh! le pietre preziose che si nascondevano, – i fiori che già guardavano. 
   Nella  grande  strada  sporca  si  montarono le bancarelle e le barche vennero  trascinate verso il mare sovra- stante, lassù, come nelle stampe.
   Il sangue scorse, presso Barbablù, – ai mattatoi, – nei circhi, dove il sigillo di Dio illividì le finestre.  Il sangue e il latte scorsero.
   I castori edificarono. I mazagrans fumarono nelle osterie.
   Nella grande casa di vetro ancora grondante i bambini in lutto guardarono le meravigliose immagini.
   Una porta sbattè, – e sulla piazza del borgo il fanciullo roteò le braccia, compreso dalle banderuole e dai gal- li dei campanili di ogni dove, sotto l’acquazzone splendente.
   La Signora*** collocò un pianoforte sulle Alpi. La messa e le prime comunioni vennero celebrate ai centomi- la altari della cattedrale.
   Le carovane partirono. E lo Splendid-Hôtel fu costruito nel caos di ghiacci e di notte del polo.
   Da allora,  la  Luna udì  gli sciacalli gemere nei deserti di timo,  – e le egloghe con gli  zoccoli  brontolare  nel frutteto. Poi, nella fustaia violetta, germogliante, Eucari mi disse che era primavera.
   – Sgorga, stagno, – Schiuma, rotola sul ponte e sopra i boschi; – drappi neri e organi,  – lampi e tuono, –  salite e rotolate; – Acque e tristezze, salite e ridestate i Diluvi.
   – Perché da quando sono svaniti, – oh le pietre preziose che sprofondano, e i fiori aperti! – è una noia! e la Re- gina, la Strega che accende la sua brace nel vaso di terra, non vorrà mai raccontarci quello che sa, e che noi ignoriamo.     

Ho imparato

Ho imparato…. che nessuno è perfetto… Finché non ti innamori.Ho
imparato…. che la vita è dura…Ma io di più!! !Ho imparato… .che le
opportunità non vanno mai perse.Quelle che lasci andare tu…le prende
qualcun altro.Ho imparato…. che quando serbi rancore e amarezza la
felicità va daun’altra parte.Ho imparato….Che bisognerebbe sempre usare
parole buone…perché domani forse si dovranno rimangiare.Ho imparato….
che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.Ho
imparato….che non posso scegliere come mi sento…Ma posso sempre farci
qualcosa.Ho imparato…. che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito
nel suo piccolo pugno…ti ha agganciato per la vita.Ho imparato…. che
tutti vogliono vivere in cima alla montagna….Ma tutta la felicità e la
crescita avvengono mentre la scali.Ho imparato….. che bisogna godersi il
viaggio e non pensare solo alla meta.Ho imparato….che è meglio dare
consigli solo in due circostanze…Quando sono richiesti e quando ne dipende
la vita.Ho imparato….che meno tempo spreco…più cose faccio.
Buona vita!
Un bacio
Titti

 Da una mail di Titti

 

 

Help me

Ho voglia di ricominciare a leggere ma ho bisogno di un libro che mi faccia ripartire alla grande,che abbia la forza di non farmi fermare.Se avete un libro da consigliarmi ne sarei contento.

P.S. per impegni e anche perchè sinceramente non mi va di stare sul blog,ci sarò un pò di meno ma ci sarò sempre non vi preoccupate.

Ringrazio tutti quelli che mi hanno suggerito libri da leggere…grazie davvero.Ieri guardavo i miei libri ancora non letti e l’occhio stranamente mi è caduto su “l’idiota” di Dostoevskij,chissà magari incosciamente c’è qualche riferimento :-)…quindi ho deciso di iniziare di nuovo con questo libro.Comunque mi sono appuntato tutti i titoli che mi avete consigliato e sicuramente in futuro ne leggerò alcuni…Grazie di nuovo e si ricomincia.